È l'ora di analizzare la società attuale. In televisione, ma anche all'interno delle nostre strade o città, è sempre più affermata la cultura dell'effimero e della superficialità. Dobbiamo fermarci. un secondo. Capire che gli acquisti, lo spendere, il comprare non ci ridarà la felicità che noi stessi abbiamo perso come esseri umani. Il culto dell'estetica e del tutto e subito ci ha portato a covare dentro di noi rabbia, invidia e un rancore sociale che non ha limiti. La felicità nasce dalla nostra psiche. Niente più. Possiamo essere felici con un milione di euro o con zero. La condizione di accesso al nostro senso della vita sta nel fare, e nell'avere dei progetti e delle ambizioni. Non con l'obiettivo di fare soldi, fama, o di possedere qualcosa ma con il fine ultimo di raggiungere quell'obiettivo e di migliorare dal punto di vista individuale e sociale. Dopodiché la felicità, anche perdendo tutto o non avendo nemmeno un euro, nasce del nostro cuore. Leggendo ad esempio, un libro su una panchina o dormendo su un prato davanti ad un cielo stellato.

Ragazza col Turbante (e Gattino)

- Posted in Humor by

enter image description here